HOMEPAGE/MASSA/CARRARA/LUNIGIANA/SHOPPING/TURISMO/LUNIGIANA RUBRICHE
 

GASTRONOMIA
Piatti tipici della città
Ricetta del mese

 



 

 

 

 

 

 

 

 

 

GASTRONOMIA
Alcuni piatti tipici della Lunigiana

La Lunigiana vanta una propria gastronomia, legata ai prodotti della terra e all'attività agricola svolta nel passato in queste zone.
Utilizzando ingredienti semplici possiamo assaporare piatti veramente unici e genuini.
Piatto emblematico sono i Testaroli, una sfoglia sottile ricavata dall'impasto di farina di grano con acqua e cotti negli appositi "testi".
Successivamente tagliati a pezzi e lessati in acqua salata.
I testaroli vengono conditi con pesto, sugo di funghi oppure olio e formaggio pecorino.
Sempre da un semplice impasto di farina ed acqua nascono gli Sgabei che sono strisce di pasta fritta e salata in superficie e le Focaccette da accompagnare a salumi e formaggi molli.
Anche i Panigacci sono una specie di focacce, ma cotti in terrine di coccio sovrapposte l'una sull'altra in forni a legna, si servono con pesto o sugo di funghi.
Nei vari paesi della Lunigiana i ravioli vengono riempiti con un composto a base di verdura, bietola o spinaci, uova, ricotta e grana, e conditi con sugo o semplicemente con olio e formaggio.
Rinomate le Torte salate, il cui ripieno può essere di spinaci, porri, bietola o semplici erbi di campo per la Torta d'erbi.
Per la preparazione occorrono: farina, acqua e olio per la sfoglia, verdura, uova, ricotta, formaggio grana, olio, aglio, sale e a piacere noce moscata per il ripieno.
Impastare la sfoglia e formare due dischi sottili. Lavare bene la verdura e farla cuocere in acqua salata, scolare bene e tritarla grossolanamente. Scaldare in una padella l'olio con uno spicchio d'aglio aggiungere la verdura e lasciar insaporire, levare dal fuoco e aggiungere le uova sbattute, la ricotta, il grana, un pizzico di sale e mescolare bene.
Mettere in una teglia un disco di pasta, versarci sopra il composto, coprire con l'altro disco di pasta e cuocere in forno.

Piatto comune era la polenta con olio e formaggio o accompagnata a diversi condimenti, stagionali come i funghi, più caratteristici con carni in umido come la tipica Polenta con carne di capra in umido.
Di grande sostentamento nel passato è stata la raccolta delle castagne e quindi la produzione della farina dolce con la quale in tutta la provincia si preparavano torte, frittelle, polentine e "pattone".
Il dolce tipico della Lunigiana è la Spongata.
Per prepararlo occorrono farina bianca, zucchero, burro, olio d'oliva, sale, vino bianco, pane biscottato e polverizzato, miele, gherigli di noce, mandorle pelate, uva sultanina, pinoli, frutta candita, nocciole tostate e pestate, noce moscata, cannella, pepe e cognac.
La farcia va preparata il giorno precedente.
Mettere in un recipiente abbastanza capiente il miele con il vino bianco, lasciar bollire a fuoco vivo qualche minuto e,
dopo aver abbassato la fiamma aggiungere il pane grattugiato, la noce moscata, il pepe e la cannella. Mescolare delicatamente formando un impasto omogeneo e tenendo sempre il recipiente sul fuoco unire lo zucchero, le mandorle, noci e nocciole.
A questo punto togliere dal fuoco e aggiungere i pinoli, i canditi e l'uvetta.
Far riposare questo composto fino al giorno successivo.
Impastare la farina con lo zucchero, il burro, l'olio di oliva, sale e vino bianco.
Con la sfoglia formare due dischi sottili, metterne uno nella teglia imburrata,
versarci sopra il composto e coprire con l'altro disco di pasta, forare la superficie con una forchetta e ungere con olio. Cuocere in forno per circa venti minuti e spolverare con zucchero a velo.
Tutte queste specialità si possono gustare nei numerosi ristoranti sparsi nei vari paesi della Lunigiana.


Gli Alberghi Consigliati

Ristoranti Pizzerie Agriturismo...